If thou must love me

Elizabeth Browning Barrett – “Sonetti dal portoghese”, XIV (1847)

If thou must love me, let it be for nought
Except for love’s sake only. Do not say
I love her for her smile–her look–her way
Of speaking gently,–for a trick of thought
That falls in well with mine, and certes brought
A sense of ease on such a day–
For these things in themselves, Beloved, may
Be changed, or change for thee,–and love, so wrought,
May be unwrought so. Neither love me for
Thine own dear pity’s wiping my cheek dry,–
A creature might forget to weep, who bore
Thy comfort long, and lose thy love thereby!
But love me for love’s sake, that evermore
Thou may’st love on, through love’s eternity.

Se devi amarmi per null’altro sia
Che per amore. Mai non dire
“L’amo per il suo sorriso – il suo sguardo – il suo modo
Gentile di parlare – per il suo modo di pensare
Che si accorda a mio e che un giorno
Mi resero sereno”. Mio amato, queste cose,
Possono in sè mutare o mutare per te. – E così fatto
Un amore può sfarsi. E ancora non amarmi
Per la pietà che le mie guance asciuga., –
Può scordare il pianto chi ebbe
Il tuo conforto a lungo, e può perdere il tuo amore!
Amami solo per amore dell’amore,
che cresca in te, in un eternità d’amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *